LAVORO FORMAZIONE EVENTI PUBBLICAZIONI SALA STAMPA MAGAZINE CONTATTI

blocchi_inside

Categorizzare e rappresentare in maniera sintetica enormi quantità di dati è la sfida del futuro.

 

Il pregiudizio verso le altre etnie ha basi culturali, ma anche componenti innate. Parte fra pochi giorni uno studio della SISSA di Trieste in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) di Roma, che studierà le componenti innate del pregiudizio nei gemelli.

 

Quando gesticolate non aggiungete semplicemente una “nota di colore” che rende più piacevole il discorso: veicolate informazione sulla struttura delle frasi e rendete il significato più chiaro.
 

 

 

L’esperimento, si basa sulla magnetizzazione di un materiale tramite un impulso elettrico e apre la strada a una nuova generazione di dispositivi super efficienti.


OggiScienza si regala un nuovo stile per il suo quinto compleanno.

 

Due appuntamenti musicali da non perdere al conservatorio “Jacopo Tomadini”.

 

I “Concerti Aperitivo” della domenica mattina, a cura del Conservatorio di Udine, tornano a rallegrare l'estate di Pordenone.

 

La storia di Pe, Sciò e Lino”, libro edito da CRO e L’Omino Rosso Edizioni: sarà presentato a Cavasso Nuovo il 12 giugno alle 18 nel cortile del Palazat di piazza del Plebiscito


Igor Cognolato in concerto al Conservatorio Tartini - Mercoledì 12 Giugno 2013, Via Ghega 12- Trieste

 

Appuntamento ad Aviano (PN) il 26 aprile 2013 con un'iniziativa unica e italiana.

 

A Trieste Next la Cultura incontra la Scienza. Ecco i principali appuntamenti: un programma ricco e suggestivo.

 

Nei giorni scorsi si è riunita la commissione che ha giudicato le immagini pervenute per l'edizione 2012 del concorso "Arte o Scienza?"


  [X]
 

MEMORIE MAGNETICHE-NUOVO MECCANISMO MINIMIZZA I CONSUMI

“L’immagazzinamento dell’informazione nei sistemi di memoria, come i dischi rigidi dei computer – spiega Piero Torelli, fisico dell’Istituto officina dei materiali del Cnr di Trieste e fra gli autori del paper – viene ancor oggi effettuata tramite un piccolo elettromagnete che magnetizza la superficie del disco: un processo lungo, energeticamente costoso e che non permette elevata miniaturizzazione. Indurre questa magnetizzazione attraverso un campo elettrico darebbe enormi vantaggi, permettendo di superare le attuali limitazioni, diminuendo il consumo energetico di un fattore mille e realizzando uno dei sogni della comunità scientifica e di chi cerca nuove soluzioni tecnologiche per l’elettronica moderna”.

Con questo esperimento il gruppo di ricerca ha ottenuto proprio un sistema in cui la magnetizzazione può essere spenta o accesa in risposta all’applicazione di un campo elettrico, in modo reversibile e a temperatura ambiente. “Il sistema che abbiamo studiato – continua Torelli - è costituito da due strati di materiale facilmente reperibile e poco costoso: uno di ferro e uno di ossido di bario e di titanio, che una volta sovrapposti reagiscono formando un sottilissimo ossido di ferro nella zona di interfaccia. Sottoponendo il campione a un’analisi spettroscopica con la luce di sincrotrone di Elettra siamo riusciti a seguire le proprietà di ciascuno strato, verificando come il grado di magnetizzazione all’interfaccia variasse in base al campo elettrico applicato sullo strato di ossido, in modo controllabile e reversibile”. 

Il successo dell’esperimento conferma che l’abbinamento di materiali con proprietà ferroelettriche e ferromagnetiche in strati contigui rappresenta una via promettente verso il controllo elettrico della magnetizzazione e apre la strada a una nuova generazione di dispositivi di memoria. Un’elettronica moderna capace di riunire i vantaggi della ferroelettricità (basso costo di scrittura delle informazioni) e quelli del magnetismo (durata dell’informazione immagazzinata).

 

 

Pubblicato il 17/04/2014
 

Google
 
Cerca in Sala Stampa
Cerca in Pubblicazioni
UPDATE
RSS

12.03  07/10/2014

RICERCA:SERRACCHIANI, IL FVG ESPORTA RICERCA, ATTRAE "CERVELLI"

11.17  27/06/2014

UNA SOLUZIONE SEMPLICE PER I BIG DATA

15.46  26/06/2014

STUDIARE I GEMELLI PER CAPIRE IL PREGIUDIZIO

11.15  23/06/2014

GESTI CHE PARLANO

PERCORSI